Dual Universe mostra i muscoli al PAX West 2017

E’ stato pubblicato un bell’articolone su DU da parte del sito massivelyop. Il giornalista ha avuto l’opportunita’ di provare l’ultima build proposta dagli sviluppatori della NovaQuark al PAX West che si e’ svolto a Seattle.

Ovviamente era presente l’immancabile JC (Jean-Christophe Baillie), l’ideatore di DU, che si e’ prestato ad una dimostrazione live.

Come prima cosa ha ricordato che il mondo di gioco e’ tutto un singolo shard, tutti giocheranno nel solito mondo nello stesso momento: e’ di vitale importanza per il gioco e permette una vera esperienza player-driven. Durante i voli con l’astronave non ci sono schermate di caricamento, non ci sono zone o istanze di sorta. Voleremo da un pianeta alla sua luna, per costruirci un negozio, esplorare, costruire stazioni spaziali, e cosi’ via.

Un’altra cosa interessante e’ che se stiamo lentamente viaggiando nello spazio profondo e facciamo log-out, la nostra nave rimarrà in gioco, ferma dove l’abbiamo lasciata. Quindi potrà essere cercata e attaccata. Pero’, se anche solo un membro della nave restera’ loggato, la crociera della nave potrà continuare regolarmente.

Per quanto riguarda la parte di world-building c’e’ molto da dire. Si potrà raccogliere materiali scavando direttamente i pianeti rimuovendo pezzi dello stesso e usando il materiale raccolto per costruire strutture o creare elementi. I pianeti NON si rigenereranno mai e teoricamente sara’ possibile consumare un intero pianeta e farlo sparire dall’universo, ma come abbiamo spiegato in un altro articolo non sara’ una cosa semplice… però solo all’idea di poterlo fare la cosa ci esalta! Il gioco verra’ lanciato con 12 pianeti, e si espandera’ a piacimento tramite una generazione procedurale degli stessi. Verranno aggiunti i viaggi interstellari e gli “stargate” per fare dei salti in altre parti dell’universo.

Di basilare importanza saranno i Territory Unit (TU), degli oggetti che piazzati sul terreno permetteranno di avere il possesso dell’area circostante per un raggio di circa 1Km. In questo modo le strutture costruite nell’area non potranno essere usate o manipolate da nessun altro ad eccezione di voi stessi e/o la vostra Organizzazione/Gilda (parleremo un’altra volta in maniera piu’ approfondita dei TU).

pax ship
Astronave costruita in un’ora da un giocatore durante la fiera

Oltre che usare i materiali per costruire palazzi, i giocatori potranno usarli ovviamente per costruire veicoli: Navi, Astronavi, stazioni orbitanti, oppure hovercraft o cos’altro vi possa venire in mente. E non preoccupatevi delle vostre creazioni: per le navi, come anche per le strutture, sara’ presente un sistema di blueprint  (una specie di copyright) che accompagnera’ i nostri oggetti; anche se la nave verra’ duplicata con un copia/incolla saranno sempre duplicati anche i dati che riguardano il costruttore della nave. In questo modo i designer piu’ accattivanti e geniali potranno essere contattati per lavori su commissione… magari anche da grandi Organizzazioni!

Altra cosa importante (ma non essenziale) sara’ la possibilita’ di scriptare gli oggetti creati. Porte che si aprono, luci che si accendono, Cannoni laser che difenderanno la nostra base in modo autonomo ecc. Tramite la scrittura in Lua le nostre creazioni prenderanno vita. Gli script in Lua potranno essere scambiati come moneta tra i giocatori: chi scambiera’ una tonnellata di alluminio con uno script che fa aprire e chiudere le pedane per l’atterraggio della mia astronave?

Sebbene non ancora disponibile al lancio della pre-Alpha, i combattimenti faranno parte del gioco: avatar vs avatar e nave vs nave. Questo ovviamente infuenzera’ tutta l’economia player-driven del gioco. I giocatori spawneranno in una relativamente vasta zona sicura dove potrete vivere la vostra esperienza di gioco in totale sicurezza. Allontanandosi da essa, chi lo sa’, forse si potranno trovare materie prime più rare? magari da rivendere nel mercato della citta’ piu’ vicina? O forse saremo noi a comprare le materie di cui necessitiamo nel mercato del gioco per non rischiare un attacco di pirati o fuorilegge? O forse avremo bisogno di una ORG che ci scorti durante le operazioni di mining?

Insomma, DU si appresta ad essere un mix tra EVE Online e Minecraft unendo le dinamiche che hanno reso famosi i due giochi. Non ci resta che attendere la fine di Settembre per mettere le mani sulla pre-Alpha!

 

Fonte: qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.